• Cultura

    Giacomo Leopardi, luci e ombre del soggiorno napoletano

    alio germano giacomo leopardi

    Il rapporto di Giacomo Leopardi con la città di Napoli non fu semplice nonostante un iniziale entusiastico approccio. Infatti quando il poeta arriva in città, insieme all’amico Antonio Ranieri, le sue aspettative sono molto alte. È infervorato all’idea dei vantaggi che può ricavarne anche sotto il profilo professionale. All’epoca Napoli era la quarta città d’Europa per numero di abitanti dopo Londra, Parigi e San Pietroburgo. Potenzialmente un centro artistico e letterario di prim’ordine. Poi c’è la causa principale della sua venuta a Napoli: la salute. È molto compromessa. Tra gli altri malanni ha la tisi e gravi problemi alla vista.…

  • lushta-stadio-collana
    Sport

    Lushta, con un gol fece crollare il Collana

    Quando Carlo Di Nanni affermò : «Quanno segna Lushta se ne care ‘o stadio» non non avrebbe mai immaginato che le sue parole sarebbero risultate profetiche. Il giornalista dello Sport del Mezzogiorno lo aveva detto in maniera ironica commentando la…

  • toto tra gli spiriti bizzarri
    Leggende

    Spiriti bizzarri della tradizione popolare napoletana

    Spiriti bizzarri, buoni di natura ma facili all’ira. ’A bella Mbriana e ’o Munaciello sono due spiriti bizzarri. Due protagonisti della tradizione popolare napoletana dell’occulto. La prima è seriosa ma amorevole però può trasformarsi in novella Tisifone. Cioè una delle…

  • maccheroni al ragù
    Tradizioni

    Eduardo De Filippo: il ragù non è carne e pomodoro

    Il ragù, etimologicamente, ha almeno due origini. La prima, lessicale, è un adattamento dal francese ragoût, deverbale di ragoûter che, estensivamente, sta per “risvegliare il gusto, l’appetito”. L’altra, tradizionale, deriva da un’antica leggenda napoletana. Protagonista, un signore medievale che, nel…

  • ricevitoria del lotto
    Cultura

    Gioco del lotto, fabbrica di sogni e di miseria

    Il gioco del lotto esplode a Napoli verso la fine dell’Ottocento. Crea  sogni disillusi e persino miseria. Ma contrariamente a quello che si crede, il gioco del lotto non è nato a Napoli, anzi si è diffuso nella città partenopea…